Progetto Leonardo a Gradisca

Il comunicato regionale

09.10.2019 16:21

Cultura: Gibelli, progetto Leonardo a Gradisca crea valore turistico

Gradisca d'Isonzo (Go), 9 ott - "Un progetto culturale di ampio respiro che saprà certamente produrre importanti ricadute turistiche sulla città".

Così l'assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli, ha definito Leonardo-Gradisca 1519-2019, il programma di eventi che la città di Gradisca d'Isonzo (Gorizia) dedica al grande inventore nel cinquecentenario della sua morte celebrata in tutto il mondo. Il progetto è stato presentato oggi nella sala consigliare del Municipio alla presenza del sindaco Linda Tomasinsig e dei rappresentanti di una quindicina di operatori culturali che hanno contribuito a realizzarlo.

"L'unione fa la forza è un concetto banale ma estremamente vero" ha commentato Gibelli, riferendosi al valore aggiunto creato dall'intreccio di varie proposte in un unico contenitore. "Il Comune di Gradisca ha fatto da aggregatore e questo ha permesso di declinare il tema, valorizzando al meglio ogni proposta" ha aggiunto Gibelli, ricordando come "se il solo settore museale statale vale in Italia l'1,6% del Pil, allora è chiaro che anche in Friuli Venezia Giulia, regione culturalmente ricchissima, abbiamo ancora grandi margini di crescita e progetti come questo indicano la strada da percorrere per raggiungerli".

Gradisca è l'unica città della regione che può vantare un'attestazione storica documentale (il Codice Atlantico) del passaggio di Leonardo e del suo coinvolgimento nella progettazione del sistema difensivo della città, di cui resta il famoso progetto della bombarda, arma da guerra ideata per il baluardo isontino.

La virtualità di alcune idee progettuali di Leonardo, spesso rimaste intuizioni oniriche di applicazioni tecnologiche rese possibili solo nei secoli successivi, si intreccia con il mondo virtuale odierno, ovvero la possibilità di fruire di informazioni di approfondimento in formato digitale.

Per questo il programma ha il suo fulcro nel Museo digitale diffuso che sarà inaugurato il 18 ottobre alle 17 nel piazzale Unità d'Italia da dove si dipanerà, nel reticolo urbano della città, una collezione di progetti di Leonardo resi fruibili a grandezza naturale grazie alla realtà aumentata.

Un'applicazione digitale accompagnerà i visitatori all'interno della città, consentendo loro di accedere, in alcuni punti di interesse, alle sperimentazioni tecnico scientifiche del genio di Vinci, scaricando sul proprio cellulare una serie di ulteriori informazioni di approfondimento.

Il museo virtuale non si esaurirà con il palinsesto degli eventi di Leonardo-Gradisca 15192019 ma resterà in dote al Comune come attrazione permanente.

Oltre a ciò, la manifestazione, che si protrarrà fino a gennaio, si compone anche di una esposizione di strumenti musicali (Theatrum Instrumentorum) presso il nuovo teatro comunale, di una serie di conferenze per le scuole, di spettacoli teatrali e musicali che aprono a interpretazioni nuove della mentalità leonardesca sullo sviluppo delle arti e delle scienze. ARC/SSA/fc

 

http://www.regione.fvg.it/rafvg/comunicati/comunicato.act?dir=/rafvg/cms/RAFVG/notiziedallagiunta/&nm=20191009162139018