SALDO IMU 2020

Le aliquote IMU sono state confermate con Delibera del Consiglio Comunale n. 13 del 26.06.2020).

L’importo dovuto a saldo coincide con quanto versato in acconto e la scadenza del è confermata per il 16.12.2020.

Potete contattare l’Ufficio al n. 0481 967919 oppure scrivere una mail a tributi@comune.gradiscadisonzo.go.it

 

Ricordiamo, infine, la cancellazione del saldo IMU 2020 per le strutture turistiche, ricettive e fieristiche (decreto Agosto) e per gli immobili e le relative pertinenze in cui si esercitano le attività indicate nella tabella allegata al decreto Ristori, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività esercitate nei medesimi immobili. Rientrano nell’esenzione i proprietari purchè gestori delle attività che sono state completamente sospese, quali ad esempio le sale gioco, le palestre, le piscine e centri sportivi, le sale scommesse, le sale biliardo, le sale slot oltre alle sale da ballo e alle discoteche.

NUOVA IMU 2020

A decorrere dal 01.01.2020, ai sensi della L. n. 160/2019, il tributo TASI è stato abolito ed unificato all’imposta Municipale sugli Immobili (“nuova” IMU).

Al momento del pagamento dell'acconto - a causa dell'Emergenza COVID-19 - non erano ancora state deliberate le aliquote per il 2020 e pertanto l'Imposta dovuta per il primo semestre è stata calcolata con le aliquote e detrazioni deliberate nell' anno 2019 (somma aliquota IMU 0,76% + aliquota TASI 0,18%)

Il saldo IMU si pagherà entro il 16.12.2020 a conguaglio (le aliquote sono state confermate con Delibera del Consiglio Comunale n. 13 del 26.06.2020).

 

• Il calcolatore IUC per l'anno 2020 è disponile a lato -->


Visure Catastali on-line - accesso senza password (Sito Agenzia delle Entrate)

Si ricorda che è possibile effettuare una visura catastale completa a titolo gratuito, utilizzando i servizi on-line conoscendo i dati catastali (per accedere al servizio completo, invece, è necessario essere abilitati ai servizi telematici Entratel/Fisconline).

PRINCIPALI NOVITA' RISPETTO AL 2019

 

AREE DI PERTINENZA DEI FABBRICATI (art. 1 comma 741 lettera a – L. n. 160/2019)

L’art. 1 comma 741 della L. 160/2019 (Legge di Bilancio 2020) così dispone: “per fabbricato si intende l’unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano con attribuzione di rendita catastale, considerandosi parte integrante del fabbricato l’area occupata dalla costruzione e quella che ne costituisce pertinenza esclusivamente ai fini urbanistici, purché accatastata unitariamente”.

Ne deriva che le particelle catastali identificate con un numero di mappale diverso rispetto al numero del fabbricato e non graffate allo stesso sono da considerarsi ai fini I.M.U. imponibili come aree edificabili.

Per beneficiare dell’esonero dal prelievo da I.M.U. sarà quindi necessario modificare la situazione catastale, procedendo a congiungere le aree al fabbricato al quale sono asservite non essendo più possibile invocare l’esonero per terreni che siano solo di fatto utilizzati in via pertinenziale.

 

RESIDENTI ALL’ESTERO AIRE

Non sono più previste agevolazioni I.M.U. per gli immobili posseduti dagli iscritti all’A.I.R.E. (anagrafe italiani residenti all’estero)

 

CONIUGI SEPARATI

In caso di separazione o divorzio il soggetto passivo dell’abitazione familiare non è più il coniuge assegnatario, ma il genitore affidatario dei figli. (art. 1 comma 741 lettere c -  L. n. 160/2019)

 

ENTI NON COMMERCIALI

Gli enti non commerciali (associazioni, parrocchie, etc.) che usufruiscono dell’esenzione di cui all’ex lettera i D. Lgs 504/1992 sono soggetti alla presentazione della dichiarazione IMU ogni anno. (art. 1 comma 770  - L 160/2019)

 

ACCONTO NON DOVUTO - Decreto Rilancio 2020, art. 177 comma 1 lett. b

In considerazione degli effetti connessi all’emergenza sanitaria da COVID 19, per l’anno 2020, non è dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria (IMU) , relativa a immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di  montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 

SCADENZE DI VERSAMENTO (art. 1 comma 762 L. n. 160/2019):

Acconto: entro il 16/06/2020 - Imposta dovuta per il primo semestre calcolata con le aliquote e detrazioni deliberate nell' 2019 (somma aliquota IMU + aliquota TASI)

Saldo: entro il 16/12/2020 - Conguaglio annuo calcolato sulla base delle aliquote 2020 che sono state confermate con Delibera del Consiglio Comunale in data 26.06.2020 (Delibera n. 13/2020)

 

Per legge il pagamento dell’imposta è in autoliquidazione, tuttavia l’Ente sta predisponendo l’invio dell’Informativa a domicilio per i soggetti che hanno una situazione catastale certa e che hanno regolarmente versato IMU e TASI negli ultimi anni.

 

Riduzione dell'imposta del 25% per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge n. 431 del 1998

La legge di Stabilità per il 2016 ha previsto che l'IMU dovuta per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge n. 431 del 1998 sia ridotta del 25 per cento.

Si tratta dei contratti previsti di cui all'art. 2, comma 3, e art. 5, commi 1 e 2, della Legge n. 431/1998.

Si comunica che in data 18.04.2018 è stato sottoscritto il nuovo accordo territoriale per il comune di Gradisca d’Isonzo, depositato in data 20.04.2018.

A seguito della stipulazione del nuovo accordo territoriale, secondo quanto previsto dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasposti, per poter usufruire delle agevolazioni IMU previste per la locazione a canone concordato è necessaria l'attestazione di rispondenza dal contratto da parte delle organizzazioni che hanno sottoscritto l'accordo (CONFEDILIZIA, UPPI, SUNIA, SICET, UNIAT).

Emergenza COVID-19

L’Ufficio Tributi è a disposizione per informazioni e assistenza al Contribuente.

A causa dell'Emergenza COVID-19, attualmente non è consentito il libero accesso delle persone e il rapporto con l’ufficio è mantenuto esclusivamente attraverso l'utilizzo dei canali telematici

(mail: tributi@comune.gradiscadisonzo.go.it) e dei contatti telefonici (☎ 0481 967919).

Nel caso in cui la richiesta dei calcoli degli importi dovuti riguardi altri soggetti si prega di inviare il modello di delega.

Si invitano cortesemente i Contribuenti a prendere contatti con l’Ufficio entro il 10.06.2020.

IUC – IMPOSTA COMUNALE UNICA 2019

Con delibere del consiglio comunale n. 4 e n. 5 del 28.02.2019  sono state approvate le aliquote valide per l’anno 2019 per i tributi di competenza comunale (TASI e IMU):  non sono stati apportati aumenti, confermando le aliquote in vigore. E' disponibile il calcolatore IMU-TASI aggiornato per l'anno in corso.

Inoltre, con Delibera del Consiglio Comunale n. 6 del 28.02.2019 sono stati esaminati il Piano Finanziario, le tariffe e le agevolazioni per la Tassa sui Rifiuti (TARI) per l’anno 2019.

REGOLAMENTO IUC 2019

Informiamo che il Consiglio Comunale, con delibera n. 7 del 28.02.2019, ha approvato le modifiche al Regolamento di disciplina dell'Imposta Unica Comunale (IUC) per la componente TARI.

 

TARI 2019

Si informa che dal 1° gennaio 2019 la tassa rifiuti (TARI) verrà gestita da ISONTINA AMBIENTE.

Pertanto per tutte le comunicazioni e/o informazioni relative al Tributo ci si dovrà rivolgere direttamente agli sportelli di ISONTINA AMBIENTE:

 

Si comunica che a partire dal 01.04.2019 è attivo il nuovo sportello aziendale:

 

GRADISCA D'ISONZO -via della Campagnola 1

- mercoledì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30
- martedì dalle 9.00 alle 12.30

 

Lo sportello gradiscano va ad aggiungersi agli sportelli aziendali già operativi e siti a:

 

RONCHI DEI LEGIONARI - via Cau de Mezo 10
- lunedì e mercoledì dalle 14.30 alle 16.30
- giovedì dalle 9.00 alle 12.30


GORIZIA - via Mazzini 4C
lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30
martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30

 

CORMONS -via N. Sauro 16

- lunedì dalle 14.30 alle 16.30
- martedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.30


Pertanto tutte le operazioni strettamente connesse con la raccolta dei rifiuti (iscrizione, variazione e cancellazione TARI, consegna e ritiro contenitori taggati per la raccolta differenziata) dovranno essere effettuate presso i suddetti sportelli.

CORONAVIRUS: CHIUSURA ATTIVITA' SPORTELLI ISA

 

La Società ISA - ISONTINA AMBIENTE sta monitorando con grande attenzione gli avvenimenti relativi alla diffusione del Coronavirus e, temporaneamente ed a scopo precauzionale, ha ritenuto necessario disporre la chiusura temporanea degli sportelli fino a nuove disposizioni.

Per ogni informazione visitare il sito di ISA - ISONTINA AMBIENTE.

IUC – IMPOSTA COMUNALE UNICA 2018

Con delibere del consiglio comunale n. 4 e n. 5 del 07.03.2018  sono state approvate le aliquote valide per l’anno 2018 per i tributi di competenza comunale (IMU e TASI):  non sono stati apportati aumenti, confermando le aliquote in vigore

Con Delibera del Consiglio Comunale n. 6 del 07.03.2018 sono stati esaminati il Piano Finanziario, le tariffe e le agevolazioni per la Tassa sui Rifiuti (TARI) per l’anno 2018.

 

COMUNICATO DEL 21/11/2017 SUL CALCOLO DELLA TASSA RIFIUTI (TARI)

In relazione alle notizie apparse sulla stampa nazionale, su eventuali errori di calcolo per la Tassa Rifiuti (TARI), si informa che nel Comune di Gradisca d’Isonzo, la TARI è stata applicata correttamente.

In particolare, per le utenze domestiche, il calcolo viene effettuato moltiplicando la “quota fissa” della tassa per la superficie complessiva (somma della superficie dell’abitazione e di quella di eventuali pertinenze quali garage, cantine, ecc.) aggiungendo una sola volta al risultato così ottenuto la “parte variabile” della tassa che è rapportata alla composizione del nucleo familiare.

IUC – IMPOSTA COMUNALE UNICA 2017

Si comunica che:

Con delibere del consiglio comunale n. 4 e n. 7 del 31.03.2017, sono state approvate le aliquote valide per l’anno 2017 per i tributi di competenza comunale (IMU e TASI): ai sensi di quanto previsto dalla legge 232/2016 (legge di bilancio 2017), non sono stati apportati aumenti, confermando le aliquote in vigore nel 2016;

Con Delibera del Consiglio Comunale n. 8 del 31.03.2017 sono stati esaminati il Piano Finanziario, le tariffe e le agevolazioni per la Tassa sui Rifiuti (TARI) per l’anno 2017;

Infine, la Delibera del Consiglio Comunale n. 5 del 31.03.2017 ha approvato alcune modifiche al Regolamento di disciplina dell’Imposta Comunale Unica (IUC) per quanto riguarda la componente TARI.

 

SALDO IUC 16.12.2016

In occasione del saldo IUC l'Ufficio Tributi resterà aperto dalle ore 9.30 alle ore 12.30 nei giorni 12, 13 ,14 ,15 e 16 dicembre. Si avvisa che durante gli orari di ricevimento al pubblico potrebbe accadere che l'addetta sia momentaneamente impossibilitata a rispondere a richieste di informazioni telefoniche.

Attribuzione valori unitari delle aree fabbricabili ubicate sul territorio comunale ai fini dell'imposta unica comunale (IUC).

Si informano i Contribuenti che con Delibera della Giunta Comunale n. 119 del 22/06/2016 (ad integrazione e modifica della precedente GDG n. 115 del 15.06.2016) sono stati parzialmente rettificati ed attribuiti i valori unitari per le aree fabbricabili ubicate sul territorio comunale ai fini dell'imposta unica comunale (IUC) per l'anno 2016 e seguenti.

Accordo territoriale in attuazione della L. 431/1998

I.U.C. 2015

E' stato approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 agosto il Nuovo Regolamento per la disciplina dell'Imposta Unica Comunale.

NOVITA’ I.M.U. 2015

Con l'approvazione del nuovo Regolamento IUC, è stato introdotto il comma 3 all’art. articolo 10.B (Assimilazioni) che recita:

“Il Comune considera altresì adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare concessa in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che la utilizzano come abitazione principale; l’agevolazione opera limitatamente alla quota di rendita risultante in catasto non eccedente il valore di euro 400,00=; in caso di più unità immobiliari, la predetta agevolazione può essere applicata ad una sola unità immobiliare.

Per usufruire dell’assimilazione all’abitazione principale il possessore dovrà presentare apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del D.P.R. 445/2000, attestante il possesso dei sopraccitati requisiti, entro e non oltre il 16 dicembre dell’anno di imposta."

I.U.C. 2015

Rimane sempre la valida la possibilità di effettuare il calcolo degli importi dovuti inserendo manualmente gli immobili.

I.U.C. 2014

Con la Legge n. 147/2013 è stata introdotta la I.U.C. (IMPOSTA UNICA COMUNALE) la cui entrata in vigore è prevista per tutti i Comuni italiani a decorrere dall’anno 2014.

Di seguito trova alcune indicazioni per chiarire la composizione dell’imposta e le relative modalità di pagamento:

 

La nuova I.U.C. comprende al suo interno TRE componenti autonome denominate TARI, TASI e IMU:

  1. La TARI (Tassa Rifiuti)

Copre al 100% il costo del servizio di igiene urbana (raccolta “porta a porta” e smaltimento rifiuti, spazzamento strade e svuotamento cestini) e dovrà essere pagata in 4 rate: i modelli di pagamento F24 verranno inviati direttamente a casa da parte del Comune.

La TARI sostituisce le precedenti tasse denominate prima TIA e poi TARES: a differenza dello scorso anno, non è più dovuta la quota di 0,30 €/mq (denominata RES).

  1. La TASI (Tributo sui Servizi)

Copre parte dei servizi indivisibili dei Comuni e grava su TUTTI gli IMMOBILI, ad eccezione dei terreni agricoli.

Per l’abitazione principale è previsto un unico versamento entro il 16 dicembre 2014, per gli altri immobili le scadenze sono 16 ottobre 2014 (ACCONTO) e 16 dicembre 2014 (SALDO).

  1. L’IMU (Imposta Municipale propria)

Grava su TUTTI i proprietari di immobili DIVERSI dall’ABITAZIONE PRINCIPALE e prevede, in via ordinaria, il pagamento dell’acconto da versare entro il 16 giugno e del saldo da versare entro il 16 dicembre.

Sono state confermate le aliquote in vigore nell’anno 2013.

 

Per il calcolo dell’importo dovuto per la TASI e per l’IMU è possibile avvalersi del calcolatore presente sul sito del Comune (www.comune.gradisca-d-isonzo.go.it),  oppure rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale  (CAAF) o agli Uffici Comunali munendosi di una visura catastale aggiornata.

 

 

 

TARI, TASI, IMU: TUTTE LE INFORMAZIONI
TIPO DI TRIBUTO QUANDO SI PAGA? TARIFFE, ALIQUOTE, ESENZIONI ED AGEVOLAZIONI PER INFORMAZIONI CODICI TRIBUTO
TARI Si pagherà in QUATTRO RATE con modello F24 INVIATO DIRETTAMENTE A CASA Sono previste le seguenti fasce di riduzione:

ISEE inferiore a € 7.500,00 riduzione tariffa del 30% ISEE da € 7.501,00 a € 11.000,00 riduzione tariffa del 10%

La domanda dovrà essere presentata entro il 30/09/2014
ORARIO:
LUNEDI e MERCOLEDI ore 16:00 - 17:30
MARTEDI e GIOVEDI ore 10:30 - 12:30
3944 TARI TASSA SUI RIFIUTI
TASI Per l'abitazione principale è previsto un UNICO VERSAMENTO entro il 16 dicembre.
Per tutti gli altri immobili le scadenze sono 16 ottobre (ACCONTO) e 16 dicembre (SALDO).

Il pagamento si effettua con modello F24
Abitazione principale: aliquota 2‰
Altri Immobili, aree edificabili: aliquota 1,8‰.
Fabbricati rurali ad uso strumentale (D/10): aliquota 1,00‰

Nel caso l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal proprietario, il tributo è dovuto nella misura del 30% dall’utilizzatore e del 70% dal possessore.

E’ prevista l’esenzione per i nuclei familiari con ISEE fino a € 9.000,00=.
ORARIO:
MARTEDI e GIOVEDI ore 10:30 - 12:30

ORARI DAL 16 SETTEMBRE AL 16 OTTOBRE E DAL 24 NOVEMBRE AL 16 DICEMBRE:
DA LUNEDI A VENERDI ore 9:00 - 12:30
con VISURA CATASTALE AGGIORNATA
3958 TASI ABITAZIONE PRINCIPALE
3959 TASI FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
3960 TASI AREE EDIFICABILI
3961 TASI ALTRI FABBRICATI
IMU Le scadenze sono 16 giugno (ACCONTO) e 16 dicembre (SALDO).

Il pagamento si effettua con modello F24.
L'abitazione principale è esente (tranne nel caso sia di categoria A1, A8, A9).
Abitazione principale di cat. A1, A8, A9: aliquota 4‰ e detrazione di 200 Euro.
Altri immobili, terreni, aree edificabili: aliquota 7,6‰.
ORARIO:
MARTEDI e GIOVEDI ore 10:30 - 12:30

ORARI DAL 16 SETTEMBRE AL 16 OTTOBRE E DAL 24 NOVEMBRE AL 16 DICEMBRE:
DA LUNEDI A VENERDI ore 9:00 - 12:30
con VISURA CATASTALE AGGIORNATA
3912 IMU ABITAZIONE PRINCIPALE
3914 IMU TERRENI AGRICOLI
3916 IMU AREE EDIFICABILI
3918 IMU ALTRI FABBRICATI

Istanza agevolazione TARI

Si informano i cittadini che dal 1° gennaio 2015, tutti i modelli ISEE, indipendentemente dalla data della loro compilazione, non avranno più validità e sarà necessario riformulare il modello secondo le nuove normative (D.P.C.M. 5.12.2013 n. 159 ; decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali 7.11.2014 pubblicato nella G.U. n. 267 del 17.11.2014 S.O. n. 87).

Pertanto, le attestazioni ISEE rilasciate secondo la normativa previgente rimarranno valide ai fini delle agevolazioni già concesse fino alla data del 31.12.2014: per la richiesta di nuove prestazioni o agevolazioni per l'anno 2015 gli interessati dovranno recarsi presso i presso i CAF (Centri di Assistenza Fiscale) ed utilizzare il nuovo modello di D.S.U. (Dichiarazione Sostitutiva Unica)  allegato al decreto ministeriale più sopra citato. La nuova DSU può essere presentata anche all’INPS in via esclusivamente telematica collegandosi al sito Internet www.inps.it.

Informativa IUC 2014

Per il calcolo dell’importo dovuto è possibile avvalersi del calcolatore cliccando sul link sotto riportato.

TASI 2014

*         Aliquota Abitazione principale e relative pertinenze classificata nel gruppo catastale “A” e relative pertinenze (nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2 C/6 C/7);

2,0 per mille

*         Aliquota per i Fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola sia in categoria D/10 oppure classificati in altre categorie catastali con annotazione di ruralità;

1,0 per mille

       Aliquota per tutte le altre tipologie impositive diverse da quelle precedenti:

-         immobili gruppo catastale A non abitazione principale e categorie C/2, C/6, C/7 non pertinenza;

-         immobili categoria C/1, C/3, C/4 e C/5;

-         immobili gruppo catastale B e D (con esclusione categoria D10 rurali strumentali)

-         fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione non siano in ogni caso locati.

1,8 per mille

*         Aliquotaper le aree edificabili

1,8 per mille

E' prevista l'esenzione dal tributo TASI per i nuclei familiari con indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore ad Euro 9.000,00.

 

Si ricorda che, nel caso l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal proprietario, il tributo  è dovuto nella misura del 30% dall’utilizzatore e del 70% dal possessore.

 

IMU 2014

Sono state confermate le aliquote in vigore nell’anno 2013, come di seguito riportate:

        Aliquota ordinaria o di base nella misura

0,76 per cento

        Aliquota ridotta per abitazione principale e relative pertinenze (max n.1 (una) unità per categorie C2, C6 e C7) nella misura dello

 

0,4 per cento

        Aliquota immobili non produttivi di reddito fondiario nella misura dello

 

0,76 per cento

 

E' confermata la detrazione di base previste per l’abitazione principale (di categoria A1, A8, A9), nella misura di Euro 200,00.=

Comunicato da Agenzia Entrate: inizio trasmissione dichiarazione Imu/Tasi no-profit

L’Agenzia delle Entrate avverte che gli enti non commerciali possono dare il via alla trasmissione online della dichiarazione Imu/Tasi relativa agli anni 2012 e 2013, essendo stati aperti, dal 21 ottobre, i canali telematici Entratel e Fisconline dell’Agenzia, che organizzazioni e associazioni no-profit devono utilizzare (direttamente o tramite intermediari abilitati) per l’invio dei dati.